Siti
Annunci di Lavoro

Scultori Rinascimentali

Filippo Brunelleschi

Filippo Brunelleschi è stato uno dei maggiori scultori del Rinascimento: nato nel 1377 a Firenze dove morì nel 1446, egli è considerato insieme a Donatello e a Masaccio l'iniziatore del Rinascimento fiorentino ed è noto per aver ideato la prospettiva lineare centrica o prospettiva a unico punto di fuga.

Il Sacrificio di Isacco si trova attualmente nel Museo del Bargello di Firenze e costituisce una delle più interessanti formelle in bronzo mai realizzate: fu creata nel 1401 in occasione di una competizione alla quale presero parte, tra i tanti, anche Jacopo della Quercia e Lorenzo Ghiberti, vale a dire il concorso per la porta Nord del Battistero di Firenze vinto proprio da quest'ultimo.

La cattedrale di San Jacopo a Pistoia accoglie tre importanti sculture attribuite a Brunelleschi ossia la statua di Sant'Agostino, il busto dei profeti Geremia e Isaia e la statua di San Giovanni Evangelista.

Filippo Brunelleschi disegnò il pulpito di Santa Maria Novella che fu poi eseguito dal Buggiano e realizzò intorno al 1410 una scultura in legno oggi collocata all'interno della Cappella Gondi in Santa Maria Novella: si tratta del Crocifisso eseguito in risposta al Crocifisso di Donatello dove è manifestata l'attenzione alle proporzioni e all'armonia in virtù della perfezione divina del soggetto rappresentato.

Sembra essere del Brunelleschi anche la Madonna col Bambino in Palazzo Davanzati a Firenze, realizzata in gesso e stucco e databile intorno al 1402, così come la statua di San Pietro appartenente alle statue disposte nelle nicchie esterne della Chiesa di Orsanmichele.

 

Navigare Facile